lunedì 22 febbraio 2016

L'acqua costa cara ai cittadini, ma è gratis per le multinazionali: la paradossale storia della crisi idrica di Flint

La città di Flint, nel Michigan, è stata colpita da una grave emergenza idrica, a causa della presenza di elevate quantità di piombo nell’acqua del rubinetto. Tuttavia, quest'acqua avvelenata costa molto caro ai suoi abitanti, che per i servizi idrici pagano il doppio rispetto alla stragrande maggioranza dei cittadini americani. Il tutto mentre, ad alcune centinaia di chilometri, un colosso come Nestlè è autorizzato a pompare dal lago Michigan milioni di litri di acqua a titolo quasi gratuito... (continua su greenMe.it)

Nessun commento: