giovedì 18 febbraio 2016

Indigeni del Brasile sotto attacco: le lobby stanno distruggendo gli ultimi difensori delle foreste

Non c’è pace per gli indigeni dell’Amazzonia: il 2015 ha fatto segnare un netto aumento delle violenze ai danni di chi si batte per proteggere la foresta da tutti coloro che vorrebbero tagliare gli alberi indiscriminatamente, per appropriarsi del legno o per lasciare spazio a miniere, dighe, coltivazioni estensive e pascoli. Si tratta di crimini che avvengono nel silenzio quasi assordante delle autorità locali e che, troppo spesso, rimangono impuniti... (continua su greenMe.it)

Nessun commento: